ammtra3

albo on line

agenda modigliani

classeviva

sport a scuola

come raggiungerci5

PON

eduscopio

moodle

piano formazione2

CONTATTI

contatti

CHI E' ONLINE

Abbiamo 70 visitatori e nessun utente online

INFORMAZIONI UTILI

info

CERCA

LOGIN

Novità e caratteristiche

Segno distintivo del nuovo liceo artistico: una formazione culturale di base (per così dire a banda larga), propedeutica alla continuazione degli studi e idonea a favorire l'ingresso nel mondo del lavoro.

Le novità nei piani di studio
Il liceo artistico, come tutti gli altri licei, ha la durata di cinque anni ed è suddiviso in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale gli studenti sostengono l'esame di Stato, utile al proseguimento degli studi in qualunque facoltà universitaria.
Il quinto anno è anche finalizzato ad un migliore raccordo tra la scuola e l'istruzione superiore ed alla preparazione all'inserimento nella vita lavorativa.
I cambiamenti rispetto al liceo artistico tradizionale (quadriennale) ed alle sperimen-tazioni del “Progetto Leonardo” sono tutti nella nuova articolazione del corso degli studi, nella previsione di riforma di stage e tirocini formativi e nell'insegnamento di "Cittadinanza e Costi-tuzione" che viene svolto nell'ambito delle aree storico-geografica e storico-sociale.

Identità, qualità e tradizione nel nuovo liceo artistico
L'obiettivo del nuovo ordinamento degli studi (come si ricava dalla normativa di at-tuazione dei nuovi licei nel suo complesso) è quello di rilanciarne la qualità, intesa come capacità di fornire allo studente "gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze, abilità e competenze coerenti con le capacità e le scelte personali e adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, all'inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro" (art. 2, comma 2 del Regolamento di riordino).
Il Profilo educativo, culturale e professionale (PECUP) dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione per il sistema dei licei si ispira a questi principi generali ed è comune a tutti gli studenti liceali, mentre i profili dei licei specifi-cano i risultati di apprendimento degli studenti al termine dei singoli percorsi liceali.
Per tutte le discipline la legge di riforma punta sulla predisposizione di programmi più semplici e chiari.

Un confronto con l'Europa
Il liceo italiano si caratterizza per la sua maggiore durata (5 anni, contro i 3-4 anni del resto d'Europa). L'anticipo dell'età d'iscrizione alla scuola primaria permette di compensare, per molti studenti, la differenza esistente con i ragazzi degli altri Paesi europei.
Un ulteriore avvicinamento alle tendenze in atto in Europa, soprattutto nel centro-nord del continente, che puntano su una maggiore flessibilità e personalizzazione dei percorsi formativi, deriva dall'utilizzazione degli spazi di autonomia assegnati ai licei (20% nel biennio iniziale e nell'ultimo anno, 30% nel secondo biennio).
Su questa base le scuole possono potenziare gli insegnamenti obbligatori o attivare altri insegnamenti, secondo il proprio Piano dell'Offerta Formativa, nei limiti delle risorse di organico assegnate e nell'ambito di un elenco predisposto dal MIUR.

Profili e competenze in uscita, piani di studio e orari
L'area liceale dell'istruzione secondaria di secondo grado comprende sei percorsi, alcuni dei quali si articolano in indirizzi. Il liceo artistico ne ha sei ed essi assorbono in parte anche la domanda che si rivolgeva in passato agli istituti d'arte.

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

USR Lombardia - AT Milano

USR Lombardia - AT Monza e Brianza